Francesco Briotti

Francesco Briotti

Inizia privatamente lo studio del pianoforte all’età di cinque anni come allievo della pianista/cantante Laura Francucci poi del M° Gastone Motta fino ad approcciare al linguaggio jazzistico sotto la guida del M° Francesco Falcioni durante l’adolescenza. Ha studiato successivamente armonia e composizione in modalità quasi del tutto autodidatta assieme allo studio della chitarra, del basso e della batteria; ha militato in formazioni che hanno spaziato dal Progressive Rock alla Bossa Nova, dall’Heavy Metal alla musica contemporanea vedendolo anche sotto la figura di produttore, arrangiatore, orchestratore e autore. Ha lavorato come session, turnista e guest in band tra le più disparate nel territorio nazionale fin dall’età di sedici anni. Dal 2008 è mastermind fondatore del progetto/collettivo musicale indipendente Brian Cogency e dal 2013 ex tastierista dei Light Silent Death con tre album all’attivo per The Unlimited Records, tour, concorsi e rassegne musicali dedicate sparse nel Centro Italia dal 2005.
Dal 2007 al 2015 collabora con la webzine www.metalwave.it in qualità di redattore e recensore di dischi di generi musicali vari. Dal 2010 al 2013 ha insegnato pianoforte moderno e musica d’insieme nell’Atelier di Musica del M° Francesco Falcioni.
Nel 2015 assieme al batterista e percussionista Fabio D’Isanto fonda un progetto di estemporizzazione/improvvisazione in duo piano/batteria . Dal 2013 è allievo di Pianoforte Jazz nel Conservatorio Santa Cecilia di Roma sotto la guida dei Maestri Cinzia Gizzi, Ferdinando Brusco, Danilo Rea e Paolo Damiani.
Con quest’ultimo collabora in qualità di membro attivo (pianista, direttore, arrangiatore e compositore) nell’Orchestra Aperta e nella Big Band, progetti nati all’interno del conservatorio e anche fuoriusciti per lavori esterni commissionati dallo stesso maestro.
Dal 2015 viene contattato nel ruolo di arrangiatore/orchestratore/direttore da nomi illustri del panorama jazz e musica leggera italiana (tra cui Danila Satragno, cantante e corista di Fabrizio De Andrè ed il batterista/didatta Ettore Fioravanti) per lavori su commissione e simili sfociando in collaborazioni con Mario Corvini ed Eugenio Colombo.
Nel 2016 entra a far parte, in pianta stabile, della storica Terni Jazz Orchestra, diretta dal M° Marco Collazzoni con il quale collabora attivamente. Nello stesso periodo segue, sotto la guida del M° Fernando Brusco, il corso applicativo di Sezioni di Big Band in qualità di pianista e viene ammesso al Biennio Magistrale di 2° livello in Jazz e Musiche Audiotattili con il massimo dei voti. Nello stesso anno fonda, coadiuvato dal M° Alessandro Ricci (batteria), da Steve Laye (contrabbasso) e dal M° Angelo Liberali (Sax) il ‘Francesco Briotti Quartet’.
Si occupa anche di didattica pianistica, coaching motivazionale e produzioni musicali che abbracciano ogni stile e genere.
Belli”.

Nel 2003, insieme al gruppo cameristico I Virtuosi Italiani e successivamente Ensemble Amadeus, ha tenuto concerti nel settembre del medesimo anno in Polonia (Varsavia e Cracovia) in importanti stagioni concertistiche e festival internazionali, segue la registrazione cd “I capolavori del barocco”.
Ha sostenuto e completato il Corso per Professore d’Orchestra al Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto (Pg) nel 2003/2004 tenendo concerti a Spoleto, Napoli e una tournée in Giappone ( Tokjo, Osaka, Fukuoka, Hiroshima, Kitakyushu, Oita, Takasaki, Musashino, Matsudo, Morioka, Sapporo e Nagoya).

francesco-briotti